• Preghiera di liberazione dai mali a San Michele arcangelo

    san michele arcangeloLa devozione di Sant'Annibale Maria Di Francia a San Michele è famosa. Il Santo messinese voleva infatti che in tutti gli orfanotrofi antoniani ci fosse una statia a San Michele arcangelo e invitava spesso gli orfanelli degli istituti antoniani a recitare la preghiera di liberazione dal male. Una preghiera che solitamente veniva conosciuta e recitata al termine della Santa Messa. Questa preghiera a San Michele che molte persone, oggi anziane, ancora ricordano, fu poi dimenticata nella Riforma liturgica del Concilio Vaticano II. il celebrante ed i fedeli si mettevano in ginocchio, alla fine di ogni messa, per recitare una preghiera alla Madonna ed una al Principe degli Angeli, che diceva: “San Michele Arcangelo, difendici nella battaglia contro il male, contro le malvagità e le insidie del demonio, sii nostro aiuto e nosro rifugio. Ti preghiamo supplici: che il Signore lo comandi! E tu, Principe delle milizie celesti, con la potenza che ti viene da Dio, ricaccia nell’inferno Satana e gli altri spiriti maligni che si aggirano per il mondo a perdizione delle anime”. (vuoi ricevere lo SCAPOLARE di Sant’Antonio di Padova con il breve – la preghiera di liberazione dal male - di tradizione antoniana?  Clicca qui http://cristore.rcj.org/richiesta-scapolare e lo spediremo a casa tua)