• "Mentre pregate, non moltiplicate le parole vuote, perché il Padre vostro sa di cosa avete bisogno"

    Rdc7f33c9887565814c10b220e6813763"Mentre pregate, non moltiplicate le parole vuote, perché il Padre vostro sa di cosa avete bisogno" Mt 6, 7-25.

    Oggi Gesù, che è il Figlio di Dio, mi insegna a comportarmi come un Figlio di Dio. Il primo aspetto di questa condotta è avere fiducia quando parlo con Lui. Ma il Signore ci avverte “non moltiplicate le parole vuote” (Mt 6,7). Poiché un bambino parla ai suoi genitori in modo semplice e senza complicazioni, chiede loro di cosa ha bisogno in modo diretto e semplice. Ho sempre fiducia di essere ascoltato perché Dio, che è Padre, mi ama e mi ascolta. Pregare, quindi, non è far conoscere a Dio le nostre necessità, ma chiedergli ciò di cui ho bisogno, perché “il Padre tuo sa ciò di cui hai bisogno, prima che tu glielo chieda” (Mt 6,8). Non sarei un buon cristiano se non pregassi, proprio come un figlio non sarebbe un bravo figlio se non parlasse ai suoi genitori.

    Il Padre Nostro è la stessa preghiera che Gesù ci ha insegnato e riassume interamente la vita cristiana. Ogni volta che prego il Padre Nostro, mi lascio guidare dalla sua mano e prego per ciò di cui ho bisogno ogni giorno per diventare un Figlio di Dio migliore. Ho bisogno non solo del pane quotidiano, ma soprattutto del pane del cielo. “Chiediamo di avere sempre il pane eucaristico”. Chiediamo anche di imparare a perdonare e ad essere perdonati: “Per ricevere il perdono che Dio ci offre, rivolgiamoci al Padre che ci ama”, dicci le parole che introducono il Padre nostro nella Messa.

    Durante la Quaresima, la Chiesa ci invita ad approfondire la nostra preghiera. “La preghiera, il dialogo con Dio, è il dono più alto, perché costituisce (…) unione con Lui” (San Giovanni Crisostomo). Signore, ho bisogno di imparare a pregare e così avere risultati concreti nel corso della mia vita. Soprattutto per vivere la virtù della carità e in sintonia con gli altri: la preghiera mi dà la forza di migliorarmi ogni giorno. Per questo, prego ogni giorno che mi aiuti a perdonare tutte le piccole cose imbarazzanti degli altri, come perdonare le loro parole e atteggiamenti offensivi, e soprattutto a essere senza rancore, così posso dire con sincerità che perdono tutto. il mio cuore i miei debitori. Posso farlo perché avrò sempre l'aiuto della Madre di Dio.

    Buon primo martedì di Quaresima in Cristo. p. Jean Marcel Noumbissie, RCJ.

  • Cenere sei e cenere diventerai! - Commento al Vangelo del Mercoledì delle Ceneri 6 marzo 2019

    cenereConvertitevi, e credete al Vangelo…Ricordati che sei polvere, e in polvere tornerai.”, con queste due espressioni, che il ministro può usare nell’imporci le Ceneri, rito che “ci ricorda la fugacità, la precarietà, la nullità della nostra vita presente e nello stesso tempo la sua preziosità.” (Paolo VI), diamo inizio alla Quaresima, tempo di penitenza e conversione. Questo tempo “forte” ci ricorda i 40 giorni che il Signore volle vivere nel deserto nella preghiera e nel digiuno, combattendo e sconfiggendo l’antico seduttore, che con le tentazioni voleva cambiare il progetto di amore che dall’eternità il Figlio aveva accolto dal Padre per la nostra salvezza. “Ritornate a me con tutto il cuore, con digiuni, con pianti e lamenti” (Gioele), accogliamo l’invito pressante del Signore perché la Quaresima, “momento favorevole…e giorno della salvezza!” (San Paolo), diventi “la strada dalla schiavitù alla libertà, dalla sofferenza alla gioia, dalla morte alla vita.” (Papa Francesco) Il Signore, presente nella Parola e nell’Eucaristia, ci doni lo Spirito di fortezza per “iniziare con questo digiuno un cammino di vera conversione, per affrontare vittoriosamente con le armi della penitenza il combattimento contro lo spirito del male.” (Colletta) Maria, Madre della Conversione, ci sia accanto in questo tempo forte, perché facciamo “deserto” nella nostra vita con la PREGHIERA, la PENITENZA e nell’amore al PROSSIMO, le 3 P che ci guideranno verso Gerusalemme dove vivremo la PASQUA del Figlio di Dio, Morto e Risorto per la nostra salvezza. Amen. Buon cammino di quaresima a tutti. Dio ci fortifichi nell’amore.

  • Il vero digiuno della Quaresima - Papa Francesco

    f3Arriva il periodo di Quaresima.. per quelli che staranno 40 giorni senza bere.. mangiare cioccolato, senza bibita, senza fumare, senza spettegolare e ecc... a nulla serve questo per essere una persona migliore...Ecco la lezione di Papa Francesco:Per la quaresima il papa Francesco propone 15 semplici atti di carità che ha citato come manifestazioni concrete d'amore:* 1. Sorridere, un cristiano è sempre allegro! * 2. Ringraziare (anche se non "bisogno" farlo). * 3. Ricordare all'altro quanto lo ami. * 4. Salutare con gioia le persone che vedi ogni giorno. * 5. Ascoltare la storia dell'altro, senza processo, con amore. * 6. Stop per aiutare. Stare attento a chi ha bisogno di te. * 7. Animare qualcuno. * 8. Riconoscere i successi e le qualità dell'altro. * 9. Separare ciò che non usi e dare a chi ha bisogno. * 10. Aiutare qualcuno in modo che possa riposare. * 11. Correggere con amore; non tacere per paura. * 12. avere finezze con quelli che sono vicino a te. * 13. Pulire ciò che si è sporcato a casa. * 14. aiutare gli altri a superare gli ostacoli. * 15. Telefonare o visitare + i vostri genitori. Il miglior digiuno • Digiuno di parole negative e dire parole gentili. • Digiuno di malcontento e riempirsi di gratitudine. • Digiuno di rabbia e riempirsi con mitezza e pazienza. • Digiuno di pessimismo e riempirsi di speranza e ottimismo. • Digiuno di preoccupazioni e riempirsi di fiducia in Dio. • Digiuno di denunce e riempirsi con le cose semplici della vita. • Digiuno di tensioni e riempirsi con preghiere. • Digiuno di amarezza e tristezza e riempire il cuore di gioia. • Digiuno di egoismo e riempirsi con compassione per gli altri. • Digiuno di mancanza di perdono e riempirsi di riconciliazione. • Digiuno di parole e riempirsi di silenzio per ascoltare gli altri... assicurati, aiuterà molte persone.. 

  • Mercoledì delle Ceneri all'Antoniano Cristo Re di Messina

    mercoledi delle ceneriIl 14 Febbraio, con tutti i volontari della mensa e dei dormitori, e con i bambini dei vari Centri Educativi dell'Antoniano Cristo Re di Messina, abbiamo celebrato la Santa Messa con la liturgia delle Ceneri ricordando a tutti come i tre strumenti per vivere una buona Quaresima sono la preghiera, la Carità e la Mortificazione. Buona Quaresima a tutti!

  • Si avvicinava la Pasqua dei giudei.. (commento alla Parola di Dio di Domenica 7 Marzo 2021)

    a01acc2b a989 4339 b77a e0feb86fefb6“Si avvicinava la Pasqua dei Giudei e Gesù salì a Gerusalemme.”, la Parola che il Signore ci consegna in questa III domenica di Quaresima, la cacciata dei mercanti dal Tempio, è menzionato da tutti i 4 Vangeli, segno dell’importanza del gesto del Maestro, visto “come una tipica azione profetica: i profeti infatti, a nome di Dio, denunciavano spesso abusi, e lo facevano a volte con gesti simbolici” (Benedetto XVI), per riportare il Tempio sacro allo stato di purezza. Le 10 Parole, che Dio consegnò a Mosè sul Sinai, “facili da comprendere e da mettere in pratica, se c'è la volontà” (Mahatma Gandhi), bussola che orienta il nostro cammino di uomini liberi: “Io sono il Signore, tuo Dio, che ti ho fatto uscire dalla terra d’Egitto, dalla condizione servile” (Esodo), sono lo spazio interiore dove incontriamo l’Amore di Cristo Crocifisso da annunciare ai fratelli, “scandalo per i Giudei e stoltezza per i pagani.” (San Paolo) La risposta del Maestro ai Giudei, che chiedevano un segno: “Distruggete questo tempio e in tre giorni lo farò risorgere.”, rivela che il Suo Corpo e la vera casa di Dio, così come “ogni corpo d'uomo e di donna è divino tempio: fragile, bellissimo e infinito. E se una vita vale poco, niente comunque vale quanto una vita. Perché con un bacio Dio le ha trasmesso il suo respiro eterno.” (E. Ronchi) Viviamo con fede l’Eucaristia domenicale, presenza di Cristo, Parola e Pane di Vita, e con il salmista rivolgiamo a Lui la nostra supplica: “Signore, tu hai parole di vita eterna”, affinché accogliendo il dono dello Spirito, estirpiamo la radice del peccato e accogliamo il messaggio di liberazione del Vangelo, vivendo “la nostra vita non nella ricerca dei nostri vantaggi e interessi, ma per la gloria di Dio che è l’amore…tenendo sempre presenti le parole forti di Gesù: Non fate della casa del Padre mio un mercato.” (Papa Francesco) Maria, Dimora dello Spirito Santo, ci accompagni in questo tempo di combattimento contro i mercanti interiori, guidandoci nella preghiera, nel digiuno quaresimale e nella carità fraterna, per fare esperienza di un cuore libero, ma pieno di Amore verso il Figlio, “dimora della gloria di Dio…, santuario dove tutti parteciperanno alla santità del Tempio.” (Padre Xavier Léon-Dufour, gesuita) Amen. Santa domenica, Dio ci benedica.

  • Via Crucis per i bambini, gli educatori e i volontari dell'Antoniano Cristo Re

    via crucisIl 2 Marzo, come ogni venerdì di Quaresima, per i corridoi dell'Antoniano Cristo Re di Messina, è stata animata la Via Crucis quaresimale, presieduta in questa occasione da padre Antonino Fiscella. Un momento di famiglia, con i volontari, gli educatori e i bambini dei 5 centri educativi dell'Antoniano. Naturalmente nelle riflessioni e nella preghiera, non è mancato il ricordo per tutti gli amici e i benefattori che ci sostengono.