• Preghiera a Sant'Antonio per ritrovare le cose perdute

    sant'antonio di padovaO Santo Taumaturgo, Sant'Antonio, glorioso amante di Dio e dell'uomo, famoso per i tuoi meriti e i grandi miracoli, tu che predicasti ai pesci e agli animali, tu che fosti sempre attento alle umane debolezze, aiutami a ritrovare le cose perdute; dammi il tuo aiuto nella prova; e illumina la nostra mente nella ricerca della volontà di Dio. Aiutami perchè io viva e custodisca sempre la vita di grazia, e conducimi al possesso della gioia eterna. Amen.(Per chi volesse ricevere lo scapolare benedetto di Sant'Antonio di Padova da appendere anche in auto può richiederlo cliccando su http://cristore.rcj.org/richiesta-messe o scrivendo una email su Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

  • Preghiera a Sant'Antonio per ritrovare le cose perdute - Richiedi lo scapolare

    1O dilettissimo del sommo Dio, o eccelso e glorioso Santo, operatore di prodigi, benefattore dei popoli, e mio benignissimo benefattore! Veloce ascoltatore di quelli che v’invocano, io mi getto ai vostri piedi, bacio umiliato questi piedi che si mossero sempre ad evangelizzare il bene, ad evangelizzare la pace! E gemendo e sospirando a voi ricorro, il vostro aiuto imploro! Deh, per quanto avete amato il vostro Gesù, impetratemi questa grazia: che la divina Misericordia mi restituisca la perduta eredità! [Sal 15, 5]. Che Dio sommo, il quale è l’eredità degli eletti, a me si ridoni con tutte quelle grazie, misericordie e benedizioni, che io ho disperse, ho disprezzate! Ah, voi non potete negarvi a questa mia supplica, o glorioso Taumaturgo! Tutti quelli che a voi ricorrono per domandarvi la grazia di ritrovare le cose perdute, tutti da voi la ottengono, e le cose perdute ritrovano; ed io ne sono testimone, e di voi cantò il glorioso san Bonaventura: «Res perditas petunt et accipiunt iuvenes et cani / giovani ed anziani ti pregano e trovano le cose smarrite». Or dunque, se voi siete tanto sollecito a far ritrovare le cose perdute, anche le più insignificanti, com’è possibile che siate restio a far ritrovare le Grazie perdute, le Misericordie rigettate, a chi pentito e trafitto da dolore vi supplica e scongiura che gliele facciate ritrovare? Deh, non è possibile che voi a questo siate indifferente! No! Non dubito menomamente! Son certo, certissimo che se voi siete potente a far trovare un’inezia perduta, siete più potente a far trovare i grandi celesti tesori miseramente e incautamente perduti! Dunque, a questa vostra potenza io ricorro, e piangendo ai vostri piedi vi supplico: o Santo glorioso, fatemi trovare la perduta eredità!Tu es qui restítues hereditátem méam mihi! [Sal 15, 5]. Fatemi trovare quel Sommo Bene che inutilmente ho cercato, dacché freddamente l’ho cercato, dopo che a furia di disgusti e di enormi infedeltà l’ho costretto ad allontanarsi da me! Deh, fatemi trovare il Sommo Bene! Ridonatemi Gesù! Fatemi ritrovare il mio Dio, il mio creatore! Il mio redentore! O glorioso sant’Antonio, non cessate di pregare per me, finché mi abbiate ottenuta la perduta eredità, e poi per me pregate perché gelosamente la custodisca e mai più la perda. Amen. (vuoi riceverelo SCAPOLARE di Sant’Antonio di Padova conil breve – la preghiera di liberazione dal male - di tradizione antoniana?  Clicca quihttp://cristore.rcj.org/richiesta-scapolare e lo spediremo a casa tua)