• Illeso in un incidente aereo, grazie allo Scapolare benedetto

    vergine del carmeloAbbiamo ogni giorno letto ed ascoltato grandi grazie ottenute da chi con fede indossa la scapolare della Madonna del Carmelo. Tante altre le riceviamo attraverso le testimonianza degli amici e benefattori dell'Antoniano Cristo Re di Messina. Si racconta che nel novembre 1955, in Guatemala, un aereo con 27 passeggeri morì, tutti tranne una giovane donna, che notò che l’aereo stava precipitando. Questa negli attimi di paura iniziò a pregare e con fede afferrò per lo scapolare e chiese aiuto alla Vergine Maria del Carmelo. Tale signora ha poi sofferto gravi ustioni e il suo abbigliamento è stato completamente bruciato, ma lo scapolare non è stato nemmeno toccato dalle fiamme e permise alla donna di uscire viva dallo schianto di questo aereo. (Desideri ricevere lo scapolare della Madonna del Carmelo? Scrivici su Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o compila il forum cliccando qui http://cristore.rcj.org/richiesta-scapolare-madonna-del-carmelo e lo riceverai a casa tua)

  • Mercoledì delle Ceneri all'Antoniano Cristo Re di Messina

    mercoledi delle ceneriIl 14 Febbraio, con tutti i volontari della mensa e dei dormitori, e con i bambini dei vari Centri Educativi dell'Antoniano Cristo Re di Messina, abbiamo celebrato la Santa Messa con la liturgia delle Ceneri ricordando a tutti come i tre strumenti per vivere una buona Quaresima sono la preghiera, la Carità e la Mortificazione. Buona Quaresima a tutti!

  • NON DICIAMO PADRE MIO, CHE SEI NEI CIELI. MA PADRE NOSTRO. LA NOSTRA PREGHIERA E’ PUBBLICA E UNIVERSALE.

    padre nostroNON DICIAMO PADRE MIO, CHE SEI NEI CIELI. MA PADRE NOSTRO. LA NOSTRA PREGHIERA E’ PUBBLICA E UNIVERSALE.
    Innanzitutto il dottore della pace e maestro dell'unità non volle che la preghiera fosse esclusivamente individuale e privata, cioè egoistica, come quando uno prega soltanto per sé. Non diciamo «Padre mio, che sei nei cieli», né: «Dammi oggi il mio pane», né ciascuno chiede che sia rimesso soltanto il suo debito, o implora per sé solo di non essere indotto in tentazione o di essere liberato dal male.
    Per noi la preghiera è pubblica e universale, «quando preghiamo, non imploriamo per uno solo, ma per tutto il popolo, poiché tutto il popolo forma una cosa sola. Il Dio della pace e maestro della concordia, che ha insegnato l'unità, volle che ciascuno pregasse per tutti, così come egli portò tutti nella persona di uno solo. SAN CIPRIANO, Vescovo e martire. Trattato «Sul Padre nostro»

    (Desideri celebrare una santa Messa Gregoriana per una tua cara defunta? Desideri iscrivere i tuoi cari alla santa Messa Perpetua? Scrivici o contattaci cliccando qui: https://cristore.rcj.org/richiesta-messe e i sacerdoti dell'Antoniano Cristo Re saranno a tua disposizione) 

  • Una grazia particolare per intercessione di Sant'Antonio di Padova

    preghiera a Sant'Antonio di PadovaO Santo Taumaturgo di Padova che tanto amavi i piccoli e i poveri, uomo di carità e ardente zelo, qui ai tuoi piedi, con quella fede viva che ti fece testimoniare l'amore per Gesù e il Santissimo Sacramento dell'altare, sono qui a chiederti una grazia particolare (esprimere nel silenzio la grazia da chiedere) ed invoco la tua intercessione. O Sant'Antonio, o Santo Taumaturgo di Padova, prometto, in cambio della grazia ricevuta, il mio impegno nella carità verso gli orfani e verso i poveri. Così sia. Amen