• COSA DOVREI CONFESSARE?

    7fa4b3e1 7dfa 4ee9 9a16 c218309cd861MA POI COSA DOVREI CONFESSARE? SONO COSE CHE FANNO TUTTI. MI SENTO QUASI A DISAGIO DAVANTI AL PRETE.
    Mi scrive Valerio da Pomezia. Da ragazzo andavo a confessarmi spesso, anche perché mia madre che mi portava a messa voleva che io facessi la comunione tutte le domeniche. Poi col tempo, ormai ho superato i diciotto anni, non ho dato più alcuna importanza a confessarmi, un po’ per un disagio personale e anche perché trovo difficoltà a farmi capire dal prete, a ripetere sempre le stesse sciocchezze.
    Che dico parolacce, che bevo alcool, che guido da matto, che non vado a messa, che mando a quel paese i miei. Che faccio sozzerie con la mia ragazza.
    Ma cosa devo confessare? Certe volte mi sembra di avere commesso tutti i peccati, ma poi pensandoci bene non mi sembrano così gravi, visto che li fanno tutti. E poi tanto il prete sta pensare ad altro e assolve tutto senza dirti niente di importante.
    Caro Valerio, la confessione individuale fatta alla presenza del prete è un chiedere perdono a Dio.
    Se riusciamo a leggere la nostra vita alla luce della bontà di Dio non avremo difficoltà ad ammettere la gravità delle nostre mancanze e a sentire il bisogno quotidiano di essere riconciliati e perdonati da Dio.
    Il disagio che tu provi non dovrebbe essere motivato dal senso di vergogna nel raccontare ad uno sconosciuto la propria vita privata, ma dal prendere coscienza dei propri limiti umani giudicati alla luce dei doni di Dio.
    Un attento esame di coscienza prima di avvicinare il prete ti aiuterà a esprimerti con chiarezza su cose serie della tua vita ed eviterai di ripetere quelle che ti sembrano soltanto delle sciocchezze.

    (Desideri far celebrare la Santa Messa Gregoriana? Desideri iscrivere i tuoi cari alla Santa Messa Perpetua Rogazionista? Vuoi realizzare il suffragio dei tuoi cari defunti tramite il fiore che non marcisce? Scrivi ai sacerdoti dell'Istituto Antoniano Cristo Re cliccando su questo link https://cristore.rcj.org/richiesta-messe o chiamaci e ci metteremo a tua disposizione con ogni chiarimento allo 09071217

  • I defunti ci parlano ancora? (Novembre e le Sante Messe per i defunti)

    fiori per i defuntiQuando viene fisicamente a mancare una persona cara, lo sconforto è la prima cosa che ci conquista ma se crediamo realmente che la morte non è altro che la separazione fisica dalla piena comunione con Gesù, perchè tanto dolore? Ecco allora che in questi momenti l'unica che può sostenerci è la fede. Sappiamo benissimo che l'unico modo per vivere in comunione con i nostri cari defunti e per rendere suffragio alle loro anime sono la celebrazione delle Sante Messe in loro suffragio unite ad opere di carità. L'Antoniano Cristo Re offre da anni la possibilità di rendere il suffragio ai propri cari defunti celebrando dall'1 al 30 novembre tutti i giorni con i ragazzi dell'Antoniano, la Santa Messa in suffragio dei cari che vengono segnalati attraverso gli amici e i benefattori dell'Antoniano. Se vuoi, puoi farlo anche tu inviando il nome (o i nomi) del caro defunto e il tuo indirizzo oppure compila il forum cliccando cristore.rcj.org/richiesta-messe  Celebreremo per i tuoi cari 30 Sante Messe "gratuitamente" o con una offerta libera e invieremo a casa tua la pagellina ricordo di iscrizione

  • Iscrivi i tuoi cari alla Santa Messa "Perpetua"

    wNon cè dono più bello da fare ai tuoi cari defunti: ISCRIVILI ALLA SANTA MESSA PERPETUA! Ogni giorno un sacerdote celebrerà la santa Messa ricordando i tuoi cari e all'iscrizione riceverai la Pagellina ricordo direttamente a casa tua! Scrivici su http://cristore.rcj.org/richiesta-messe