• Laboratori e attività dei bambini e adolescenti dell'Antoniano Cristo Re in tempo di Covid

    Cristo ReE' quasi un anno che la situazione sanitaria a causa del Covid19 sta mietendo vittime non solo dal punto di vista fisico, con morti e malattie ma anche dal punto di vista psicologico..Immaginate quale impatto devastante può avere un anno di Covid sui bambini e adolescenti che già per i loro noti problemi sono accolti in casa famiglia o in comunità alloggio..Ed ecco allora che bisogna inventarsi di tutto.. Oltre alla noiosa e pesante DAD (Didattica a distanza) sono stati organizzati in quest'anno 2020-2021 diversi laboratori che tengono impegnati i nostri bambini e ragazzi. Si va pertanto dal laboratorio sulle emozioni organizzato dalla Casa Famiglia Cristo Re fatto di cineforum, dinamiche e condivisioni sulle emozioni e l'emotività, al laboratorio di disegno e cera organizzato da Casa Famiglia Antoinette, al laboratorio di Orto sociale con la produzione di buonissime lattughe ed ortaggi di ogni genere, al laboratorio di falegnarie con la produzione di comodissime panche attraverso vecchi pallet, al laboratorio di motori con il restauro di vecchie vespe o motocicli da sfascia carrozze. Insomma all'Antoniano Cristo Re non ci facciamo mancare nulla.. Studio, formazione umana e affettiva e religiosa e tanto lavoro. (per eventuali inserimenti nei nsotri centri educativi Case famiglie rette da coppie genitoriali o comunità Alloggio regolarmente iscritte all'Albo regionale scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure chiama lo 090712117)

  • Scopo delle Case famiglia e Comunità educative dei Padri Rogazionisti dell'Antoniano Cristo Re

    Bambini rifugiati sirianiOggi, all' Antoniano Cristo Re accogliamo quasi 40 minori in 4 centri educativi che prima erano gli orfanotrofi Antoniani oggi sono diventati Case famiglia e Comunità Alloggio. Nelle varie strutture di accoglienza per ragazzi, l’attività educativa riveste il carattere di supplenza o di integrazione educativa. L’intervento educativo quindi è finalizzato a integrare o sostituire temporaneamente il dovere e l’impegno educativo della famiglia, quando questa, a motivo di particolari e problematiche situazioni in cui versa, non può assolvere direttamente e in modo continuativo i compiti inerenti alla sua funzione. E’ quindi impegno degli educatori rogazionisti favorire nei modi più opportuni, in presenza del nucleo familiare anche se lacunoso, il consolidamento dei legami familiari e adoperarsi per un rientro sereno e armonioso del ragazzo in famiglia nei tempi concordati e verificati con gli organismi di tutela dei minori competenti sul territorio. Essi devono anche offrire tutta la propria collaborazione per favorire l’adozione o almeno l’affidamento ad altra famiglia nei casi in cui la famiglia di origine non esista o non sia più recuperabile. (Adamo Calò) (Se desideri sostenere il nostro Progetto Casa Famiglia e le diverse necessità dei nostri bambini clicca qui: https://cristore.rcj.org/54-notizie/1125-iban656 ) Per inserimenti in Casa Famiglia contattare lo 090712117