• Circondatevi di coloro che vi comprendono e vi stimolano

    amateCircondatevi di coloro che vi comprendono e vi stimolano, che vi proteggono e rispettano e ovviamente di chi riuscite a comprendere e rispettare. Quelli da cui ricevete presenza, armonia e che vogliono relazionarsi nella pace del cuore. Trovate il proprio branco, il vostro gruppo di appartenenza, le Anime che condividono il vostro stesso sentiero. Chi "vibra" alla vostra stessa frequenza. Chi si trova in sintonia, come i bicchieri di cristallo che fatti della stessa materia risuonano armonicamente a ritmo della stessa musica. Poiché coltivare l'unione d'intenti e propositi e creare attorno a sé una Famiglia d'Anima significa trovare persone con cui poter scambiare sinceramente quel qualcosa che a volte nascondiamo perfino a noi stessi. Quel qualcosa di così profondo che solo chi ha vissuto le stesse profondità può vedere. E "sentirne il sussurro silenzioso". Marco Giovanni Lanzoni

  • Ora il Figlio dell'uomo è stato glorificato! Commento alla Parola di Dio della V domenica di Pasqua

    V domenica di PasquaOra il Figlio dell’uomo è stato glorificato…Vi do un comandamento nuovo: che vi amiate gli uni gli altri. Come io ho amato voi, così amatevi anche voi gli uni gli altri. Da questo tutti sapranno che siete miei discepoli: se avete amore gli uni per gli altri.”, la Parola di questa domenica, è stata consegnata dal Maestro ai suoi discepoli, durante l’ultima cena, dopo aver lavato “i piedi ai discepoli, perché l’amore non è reale se non si trasforma in un servizio che purifica la vita degli altri.” (Padre A. Maggi); ed è la sfida da lanciare al mondo perché “abbiamo bisogno tutti di molto amore per vivere bene” (J. Maritain), ciò si realizza solo amando “come” ha amato Cristo, vincendo le lusinghe di satana che ci indica vie alternative all’amore che ci fanno uscire dal Cenacolo, come fece Giuda, incapace di aprirsi all’amore del Maestro, che “esulta e proclama la sua glorificazione: perché…nel suo amore l’odio, il tradimento e la violenza sono vinti per sempre!” (Enzo Bianchi) In cammino verso il giorno in cui “non vi sarà più la morte né lutto…perché le cose di prima sono passate” (Apocalisse), poniamoci in ascolto della Parola “spezzata” dai pastori e rimaniamo saldi nella fede perché “dobbiamo entrare nel regno di Dio attraverso molte tribolazioni” (Atti), e il Signore aprirà anche per noi, come avvenne per i pagani, “la porta della fede che introduce alla vita di comunione con Dio e permette l’ingresso nella sua Chiesa, sempre aperta per noi.” (Benedetto XVI) Ringraziamo il Risorto per averci donato questo comandamento che “è soprattutto un dono, è la forza dello Spirito che ci permette di amare così: neanche impegnandoci con tutte le nostre forze ci riusciremmo.” (Carla Sprinzeles) Il Signore, presente nella Parola e nell’Eucaristia, ci fortifichi nell’Amore che “è la carta d’identità del cristiano, l’unico documento valido per essere riconosciuti discepoli di Gesù.” (Papa Francesco) La Vergine Santissima, che ha vissuto l’Amore come servizio totale, aiuti tutti noi a diventare Testimoni di Amore “come” il Figlio che è stato il “racconto inedito del volto d'amore di Dio…vena non ostruita, attraverso la quale l'amore, come acqua che feconda, circoli nel corpo del mondo.” (Ermes Ronchi) Amen. Santa domenica, Dio ci benedica. (S.C.)