Scapolare di Sant'Antonio

Per riceverlo Clicca qui

Scapolare della Madonna del Carmelo

scapolare Madonna Carmelo

Per riceverlo Clicca qui

Intezione di messa

Per lasciare un intenzione per la Messa che sarà celebrata domani 

clicca qui

Contattaci!

 Padri Rogazionisti

Viale Principe Umberto 89/93 - 98122 Messina

Telefono: 090 712117

Fax: 090 6781054

Whatsapp: 3397645991

E-mail: segreteria@cristore.it

Bomboniere Solidali

Nel giorno della tua festa scegli di fare un gesto d'amore per i piccoli ed i poveri, scegliendo le nostre bomboniere. Clicca per vedere il catalogo

B0

Come il Padre ha amato me, anche io ho amato voi - Commento alla Parola di Dio di Domenica 9 Maggio 2021

domenica“Come il Padre ha amato me, anche io ho amato voi. Rimanete nel mio amore…Questo vi comando: che vi amiate gli uni gli altri.”, dopo l’immagine della vite e dei tralci, il Signore ci invita a “salire un'altissima montagna che è addirittura l'Everest del cristianesimo, da toglierci il respiro: "Amatevi come io vi ho amati.” (W. Chasseur) L’Amore, essenza dell’Essere di Dio, che non fa preferenze di persone e “non conosce confini…esige soltanto un terreno umano da fecondare, fatto di coscienza onesta e di buona volontà” (San Giovanni Paolo II), stona con l’individualismo che ci rende incapaci di comprendere “che siamo immersi in un oceano d'amore e non ce ne rendiamo conto.” (G. Vannucci) Il Risorto, presente nella Parola e nell’Eucaristia, in questa VI domenica di Pasqua, ci renda testimoni dell’Amore che è “sempre Santo, perché le sue vampe partono dall'unico incendio di Dio” (don Tonino Bello), e ci doni il Suo Spirito, perché in questo “mondo che ha deturpato l'amore” (San Paolo VI), è l’Unico “Medico” capace di trapiantare nei nostri cuori di pietra un cuore di carne per custodire “gli anziani come un tesoro prezioso e con amore…ai malati, anche se nell’ultimo stadio, dobbiamo dare tutta l’assistenza possibile…i nascituri vanno sempre accolti…E questo è amore.” (Papa Francesco) Con la Vergine Santissima, Maestra di preghiera, vogliamo ringraziare il Figlio che non ci chiama più servi, ma amici, “parola dolce, musica per il cuore dell'uomo… L'amicizia, qualcosa che non si impone, non si finge, non si mendica…È l'incontro di due libertà. Vi chiamo amici: un Dio che da signore e re si fa amico, che si mette alla pari dell'amato!” (E. Ronchi) Amen. Santa domenica, Dio ci benedica.

Accendi un Cero a Sant'Antonio e Sant'Annibale

Per accendere un Cero

Clicca qui

Richiedi una Messa

Per richiedere una S. Messa

Clicca qui

La pagina Facebook