Scapolare di Sant'Antonio

Per riceverlo Clicca qui

Scapolare della Madonna del Carmelo

scapolare Madonna Carmelo

Per riceverlo Clicca qui

Intezione di messa

Per lasciare un intenzione per la Messa che sarà celebrata domani 

clicca qui

Contattaci!

 Padri Rogazionisti

Viale Principe Umberto 89/93 - 98122 Messina

Telefono: 090 712117

Fax: 090 6781054

Whatsapp: 3290147146

E-mail: segreteria@cristore.it

Bomboniere Solidali

Nel giorno della tua festa scegli di fare un gesto d'amore per i piccoli ed i poveri, scegliendo le nostre bomboniere. Clicca per vedere il catalogo

B0

STORIA BREVE DI UN SACERDOTE ZUCCONE. SAN GIOVANNI MARIA VIANNEY

29STORIA BREVE DI UN SACERDOTE ZUCCONE. SAN GIOVANNI MARIA VIANNEY
C'era una volta,
un uomo ignorante e misero che voleva essere sacerdote, ma era talmente poco intelligente che non riusciva a superare gli esami necessari per ottenere l'ordinazione.
Era proprio uno zuccone!
Del latino non riusciva ad imparare proprio nulla, veniva continuamente bocciato agli esami!
Tuttavia non si arrendeva davanti a niente.
Insisteva, insisteva, insisteva.
Il Vescovo, per liberarsi di questo zuccone insistente, decise di ordinarlo sacerdote ma, preoccupato per la sua ignoranza, decise di spedirlo nel più piccolo villaggio della diocesi e di non concedergli la facoltà di confessare.
Praticamente fu spedito a fare il curato in un villaggio sperduto con appena 200 parrocchiani, per di più bestemmiatori incalliti.
Quando il novello sacerdote seppe che le anime a lui affidate erano più di 200 scoppiò in lacrime! Erano troppe le anime da salvare per un povero sacerdote come lui!
Allora decise di fare l'unica cosa che era riuscito ad imparare:
METTERSI IN GINOCCHIO!
Prese Gesù dal tabernacolo pieno di ragnatele, lo espose, si mise in ginocchio e lì rimase per giorni e giorni.
Si, proprio giorni e giorni.
Ad un certo punto un uomo gli si avvicinò e gli chiese:
"COSA SIETE VENUTO A FARE QUI. PER QUESTA PARROCCHIA NON C'È PIÙ NIENTE DA FARE. SE NE VADA".
Il Sacerdote rispose:
"PROPRIO PERCHÉ NON C'È PIÙ NULLA DA FARE, HO TUTTO DA RIFARE."
E riprese l'adorazione eucaristica senza preoccupazione alcuna.
Pian piano la gente iniziò a frequentare la messa domenicale ma siccome inizialmente non sapeva fare le omelie diceva:
"NON SO DIRVI NULLA PIÙ DI QUESTO!
LÌ C'È DIO, ED È VIVO.
(ed indicava il tabernacolo).
Qualche tempo dopo quel piccolo borgo sperduto divenne uno dei centri di spiritualità più frequentati di tutta la Francia.
Quel sacerdote sottovalutato da tutti aveva capito tutto senza aver imparato nulla!
Non sapeva il latino ma aveva capito che per condurre le anime a Dio BISOGNAVA sbucciarsi semplicemente le ginocchia.
Quel sacerdote quasi analfabeta senza facoltà di confessare è oggi il
PATRONO DEI PARROCI E DEI CONFESSORI.
Il suo nome è SAN GIOVANNI MARIA VIANNEY, meglio conosciuto come il SANTO CURATO D'ARS.
MORALE DELLA STORIA:
Dio usa le pietre scartate dagli uomini per manifestare la sua gloria.
Dio usa i fallimenti umani per conseguire vittorie divine.
Dio si nasconde dietro un fallimento, uno scarto, una delusione umana per giocare il Suo meraviglioso Asso nella manica.

Accendi un Cero a Sant'Antonio e Sant'Annibale

Per accendere un Cero

Clicca qui

Richiedi una Messa

Per richiedere una S. Messa

Clicca qui

La pagina Facebook