Scapolare di Sant'Antonio

Per riceverlo Clicca qui

Scapolare della Madonna del Carmelo

scapolare Madonna Carmelo

Per riceverlo Clicca qui

Intezione di messa

Per lasciare un intenzione per la Messa che sarà celebrata domani 

clicca qui

Contattaci!

 Padri Rogazionisti

Viale Principe Umberto 89/93 - 98122 Messina

Telefono: 090 712117

Fax: 090 6781054

Whatsapp: 3290147146

E-mail: segreteria@cristore.it

Bomboniere Solidali

Nel giorno della tua festa scegli di fare un gesto d'amore per i piccoli ed i poveri, scegliendo le nostre bomboniere. Clicca per vedere il catalogo

B0

“Così gli ultimi saranno primi e i primi, ultimi.”

10“Così gli ultimi saranno primi e i primi, ultimi.”, l’epilogo, diventato proverbiale, della parabola del padrone che elargisce lo stesso salario a tutti gli operai chiamati a lavorare nella vigna a tutte le ore, diventa monito per tutti, invitati a riflettere e a non “mormorare” verso il Padrone, “colpevole”, non tanto “per non aver dato abbastanza agli operai della prima ora, ma per aver dato troppo a quelli dell’ultima ora (M. Gourgues, domenicano). Da veri discepoli del Maestro, accogliamo l’invito dell’Apostolo: “Per me infatti il vivere è Cristo e il morire un guadagno” (San Paolo), svuotando il cuore da invidie e gelosie, e sintonizzandoci sull’onda del Cuore di Dio che ricorda a tutti che “i miei pensieri non sono i vostri pensieri, le vostre vie non sono le mie vie” (Isaia), non ci dimentichiamo di nessuno, e impariamo dal Signore “che nella sua generosità misericordiosa non vuole che un altro essere umano torni a casa, dalla propria famiglia, senza il necessario per vivere.” (E. Bianchi) In punta di piedi entriamo nel cuore di Cristo, presente nella Parola e nell’Eucaristia in questa XXV domenica, a Lui rendiamo grazie per “l’impagabile onore di lavorare nella vigna fin dal mattino” (colletta), chiedendo il dono della perseveranza “per andare ad incontrare quanti sono in ricerca del Signore. Raggiungere i più deboli e i più disagiati per dare loro il sostegno di sentirsi utili nella vigna del Signore, fosse anche per un’ora soltanto.” (Papa Francesco) Maria, “Tralcio perfetto della vigna del Signore…ci aiuti a rispondere sempre e con gioia alla chiamata del Signore” (Ben. XVI), e ci doni la grazia, perché quando arriverà anche per noi, la sera della nostra giornata, davanti alla misericordia infinita del Padrone della Vigna, la gioia diventi preghiera accorata di ringraziamento: “No, Signore, non mi dispiace che Tu sia buono, perché sono io l'ultimo bracciante. Non mi dispiace, perché so che verrai a cercarmi ancora, anche quando si sarà fatto molto tardi. Io non ho bisogno di una paga, ma di grandi vigne da coltivare, grandi campi da seminare, e della promessa che una goccia di luce è nascosta anche nel cuore vivo del mio ultimo minuto.” (E. Ronchi) Amen. Santa domenica, Dio ci benedica.

Richiedi o regala lo Scapolare benedetto di Sant'Antonio di Padova: lo scapolare è un oggetto benedetto, non è un amuleto, che va portato con fede. Davanti c'è l'immagine di Sant'Antonio di Padova e dalla parte di dietro c'è il breve (la preghiera di liberazione dal male). Se lo porterai con fede, impegnandoti in una vita di grazia Sant'Antonio di Padova benedirà i tuoi cari e la tua famiglia. Per richiederlo all'Istituto Antoniano Cristo Re clicca qui https://cristore.rcj.org/richiesta-scapolare , compila il modulo con il tuo indirizzo e lo spediremo a casa tua. Allegato allo scapolare troverai un ccp per un'offerta libera a sostegno della mensa del povero e dei bambini ospiti dell'Antoniano.

Accendi un Cero a Sant'Antonio e Sant'Annibale

Per accendere un Cero

Clicca qui

Richiedi una Messa

Per richiedere una S. Messa

Clicca qui

La pagina Facebook