Scapolare di Sant'Antonio

Per riceverlo Clicca qui

Scapolare della Madonna del Carmelo

scapolare Madonna Carmelo

Per riceverlo Clicca qui

Intezione di messa

Per lasciare un intenzione per la Messa che sarà celebrata domani 

clicca qui

Contattaci!

 Padri Rogazionisti

Viale Principe Umberto 89/93 - 98122 Messina

Telefono: 090 712117

Fax: 090 6781054

Whatsapp: 3290147146

E-mail: segreteria@cristore.it

Bomboniere Solidali

Nel giorno della tua festa scegli di fare un gesto d'amore per i piccoli ed i poveri, scegliendo le nostre bomboniere. Clicca per vedere il catalogo

B0

14 SETTEMBRE. FESTA ESALTAZIONE DELLA SANTA CROCE. LA CROCE NON È IL SEGNO DELLA SOFFERENZA DI DIO, MA DEL SUO AMORE PER NOI.

2814 SETTEMBRE. FESTA ESALTAZIONE DELLA SANTA CROCE. LA CROCE NON È IL SEGNO DELLA SOFFERENZA DI DIO, MA DEL SUO AMORE PER NOI.
Quella di oggi è una festa nata da un fatto storico: il ritrovamento da parte della regina Elena, madre dell'imperatore Costantino, del luogo della crocifissione a Gerusalemme. In quel luogo oggi sorge la Basilica del Santo Sepolcro.
La croce non è da esaltare, perché la sofferenza non è mai gradita a Dio. La croce non è il segno della sofferenza di Dio, ma del suo amore. Fino a questo punto ha voluto amarci. Esaltare la croce significa esaltare l'amore. La glorificazione di Cristo passa attraverso il supplizio della croce. Così la croce diventa il simbolo e il compendio della religione cristiana.
Oggi noi cristiani celebriamo la croce e la sua esaltazione: celebriamo quel legno perché da strumento di morte è stato reso da Cristo segno visibile di vittoria.
Lo stesso Gesù aveva preannunciato: «Quando sarò innalzato sulla croce attirerò tutti a me». Questi sono i motivi della nostra festa, per questo noi guardiamo la croce sì per ricordare l'amore che è stato profuso per noi su quel legno.
Le croci che sempre e comunque ci affliggono e crocifiggono non sono più solo dolore e sconfitta per noi, ma solo passaggio verso una vita nuova.
Così quella croce è diventata albero di vita, da cui sgorga energia divina e grazia che santifica.
Ai piedi di un albero era iniziata la nostra tragica storia di peccato; da un albero rinverdito dall'amore di Cristo, obbediente ed immolato per noi, riprende vita la nostra rinascita. Abbiamo ragione di fare festa oggi e di segnarci ogni giorno con il segno della croce per ricordare la tragedia del peccato e il trionfo dell'amore

Accendi un Cero a Sant'Antonio e Sant'Annibale

Per accendere un Cero

Clicca qui

Richiedi una Messa

Per richiedere una S. Messa

Clicca qui

La pagina Facebook