soggiorno.jpg

La Comunità-Alloggio "Antoniana", organizzata a “misura di ragazzo”, si propone come evolutivo “luogo di passaggio”, per un percorso rielaborativo di Minori ospitati con l’obiettivo concreto - làddove possibile - del rientro nel nucleo d’origine. 

La Comunità-Alloggio, di tipo familiare, accoglie Minori in difficoltà, di sesso maschile, tra i 14 ed i 18 anni, segnalati da Organi preposti all’invio, quali Tribunale per i Minorenni e Servizi Sociali dei Comuni di pertinenza.

camera.jpg

Il programma di intervento prevede: la valorizzazione delle potenzialità di ciascun ragazzo promuovendone nel contempo l’autonomia; l’ampliamento delle possibilità relazionali; l’interazione attiva con il contesto del territorio; la rilettura del vissuto secondo schemi di visione critica nuova e di riadattabilità fattiva;

studio.jpg

Il supporto psicopedagogico, che coinvolge anche la coppia genitoriale e l’intero gruppo familiare (favorendo tra l’altro il rapporto coi nuclei d’origine e/o affidatari); l’accompagnamento didattico-educativo, sia scolastico che extra come la partecipazione ad attività sportive mirate; la promozione di valori spirituali nella crescita etico-morale della persona.

soggiorno-e-sala-computer.jpgIn Comunità vi sono quattro educatori che garantiscono a rotazione una presenza costante;  a latere una figura femminile multifunzionale, deputata alle cure domestiche. Il Responsabile delle Comunità è un sacerdote rogazionista coadiuvato da uno psicologo-psicoterapeuta e dall’ assistente sociale; regolare anche la presenza di un medico.